Dialoghi alla Porta delle Acque

16 giugno 2016

I Dialoghi alla porta delle Acque riproposti sul sito

Nelle prossime settimane riproporremo per tutti i lettori del sito un graditissimo contributo che negli anni passati ha arricchito l’esperienza della Scuola di Preghiera, i “Dialoghi alla porta delle Acque”, spazio virtuale di discussione, confronto e approfondimento con il professore Paolo De Benedetti.

Riportiamo qui la presentazione dell’iniziativa che negli anni passati è stata occasione di proficuo confronto e che riteniamo ancora oggi un valore per tutti quelli che desiderano autenticamente entrare in “dialogo” con la Parola di Dio.


Questo  spazio  è  un’area  che  abbiamo  pensato  come  opportunità per  dialogare,  discutere,  proporre  anche delle  provocazioni,  sulla Parola  di  Dio  e  sulla  sua  interpretazione.  Un  passaggio,  è  questo  il senso  delle porte,  una  forma  di  comunicazione  e  di  contatto  aperta a  coloro  che  vorranno  portare  un  loro  contributo per ampliare sempre  di  più  la  comprensione  del  piano  dell’Onnipotente  per  gli uomini  e  il  suo  disegno  di salvezza:  è  una  mano  tesa  a  quelli  che, capaci  di  intendere,  tendono  l’orecchio  e  condividono  l’ascolto  del Libro,  fonte  di  vita,  sostentamento  e  gioia  per  tutti  coloro  che  ad esso si avvicinano.

Dal libro di Neemia 8,1-3.10-12

“Allora  tutto  il  popolo  si  radunò  come  un  solo  uomo  sulla  piazza davanti  alla  porta  delle Acque  e  disse  allo  scriba  Esdra  di  portare  il libro  della  legge  di  Mosè,  che  il  Signore  aveva  dato  a  Israele.  Il primo  giorno  del  settimo  mese,  il  sacerdote  Esdra  portò  la  legge davanti  all’assemblea  degli  uomini,  delle  donne  e  di  quanti  erano capaci di intendere.Lesse  il  libro  sulla  piazza  davanti  alla  porta  delle  Acque,  dallo spuntare  della  luce  fino  a  mezzogiorno,  in  presenza  degli  uomini, delle  donne  e  di  quelli  che  erano  capaci  d’intendere;  tutto  il  popolo tendeva l’orecchio al libro della legge.Poi  Neemia  disse  loro:  «Andate,  mangiate  carni  grasse  e  bevete vini  dolci  e  mandate  porzioni  a  quelli  che  nulla  hanno  di  preparato, perché   questo   giorno   è   consacrato   al   Signore   nostro;   non   vi rattristate,  perché  la  gioia  del  Signore  è  la  vostra  forza».  I  leviti calmavano  tutto  il  popolo  dicendo:  «Tacete,  perché  questo  giorno è  santo;  non  vi  rattristate!».  Tutto  il  popolo  andò  a  mangiare,  a bere,  a  mandare  porzioni  e  a  esultare  con  grande  gioia,  perché avevano compreso le parole che erano state loro proclamate.”

Lascia un Commento

Preghiera di Gesù // Musica Sacra
  1. Preghiera di Gesù // Musica Sacra
  2. Te Deum // Musica Sacra
  3. Isusova Molitva // Musica Sacra
  4. Agni Parthene // Musica Sacra