V° Domenica di Pasqua

Anno Liturgico A
22 maggio 2011

Non sia turbato il vostro cuore. Io vado a prepararvi un posto

LETTURE: Vangelo, Prima lettura e Seconda lettura

Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 14,1-12)

«Non sia turbato il vostro cuore. Abbiate fede in Dio e abbiate fede anche in me. Nella casa del Padre mio vi sono molti posti. Se no, ve l’avrei detto. Io vado a prepararvi un posto; quando sarò andato e vi avrò preparato un posto, ritornerò e vi prenderò con me, perché siate anche voi dove sono io. E del luogo dove io vado, voi conoscete la via».

Gli disse Tommaso: «Signore, non sappiamo dove vai e come possiamo conoscere la via?». Gli disse Gesù: «Io sono la via, la verità e la vita. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me. Se conoscete me, conoscerete anche il Padre: fin da ora lo conoscete e lo avete veduto». Gli disse Filippo: «Signore, mostraci il Padre e ci basta». Gli rispose Gesù: «Da tanto tempo sono con voi e tu non mi hai conosciuto, Filippo? Chi ha visto me ha visto il Padre. Come puoi dire: Mostraci il Padre? Non credi che io sono nel Padre e il Padre è in me? Le parole che io vi dico, non le dico da me; ma il Padre che è con me compie le sue opere. Credetemi: io sono nel Padre e il Padre è in me; se non altro, credetelo per le opere stesse.

In verità, in verità vi dico: anche chi crede in me, compirà le opere che io compio e ne farà di più grandi, perché io vado al Padre.

PRIMA LETTURA – dagli Atti degli Apostoli (At 6,1-7)

In quei giorni, mentre aumentava il numero dei discepoli, sorse un malcontento fra gli ellenisti verso gli Ebrei, perché venivano trascurate le loro vedove nella distribuzione quotidiana. Allora i Dodici convocarono il gruppo dei discepoli e dissero: «Non è giusto che noi trascuriamo la parola di Dio per il servizio delle mense. Cercate dunque, fratelli, tra di voi sette uomini di buona reputazione, pieni di Spirito e di saggezza, ai quali affideremo quest’incarico. Noi, invece, ci dedicheremo alla preghiera e al ministero della parola». Piacque questa proposta a tutto il gruppo ed elessero Stefano, uomo pieno di fede e di Spirito Santo, Filippo, Pròcoro, Nicànore, Timòne, Parmenàs e Nicola, un proselito di Antiochia. Li presentarono quindi agli apostoli i quali, dopo aver pregato, imposero loro le mani. Intanto la parola di Dio si diffondeva e si moltiplicava grandemente il numero dei discepoli a Gerusalemme; anche un gran numero di sacerdoti aderiva alla fede.

SECONDA LETTURA – dalla Prima Lettera di San Pietro Apostolo (1Pt 2,4-9)

Stringendovi a lui, pietra viva, rigettata dagli uomini, ma scelta e preziosa davanti a Dio, anche voi venite impiegati come pietre vive per la costruzione di un edificio spirituale, per un sacerdozio santo, per offrire sacrifici spirituali graditi a Dio, per mezzo di Gesù Cristo. Si legge infatti nella Scrittura:

Ecco io pongo in Sion
una pietra angolare, scelta, preziosa
e chi crede in essa non resterà confuso.

Onore dunque a voi che credete; ma per gli increduli

la pietra che i costruttori hanno scartato
è divenuta la pietra angolare,
sasso d’inciampo e pietra di scandalo.

Loro v’inciampano perché non credono alla parola; a questo sono stati destinati. Ma voi siete la stirpe eletta, il sacerdozio regale, la nazione santa, il popolo che Dio si è acquistato perché proclami le opere meravigliose di lui che vi ha chiamato dalle tenebre alla sua ammirabile luce.

Trascrizione dell’Omelia

<<Non sia turbato il vostro cuore. ….Io vado a prepararvi un posto ….E del luogo dove Io vado, voi conoscete la via>>. Gli disse Tommaso: <<Signore, non sappiamo dove vai e come possiamo conoscere la via?>>. Gli disse Gesù:<<Io Sono la via, la verità e la vita. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di Me. Se conoscete Me, conoscerete anche il Padre: sin da ora lo conoscete e lo avete veduto>> …..Tutto quello che hai visto in Me, dice Gesù a Tommaso, così è il Padre. E cos’hai visto in Me Tommaso? Relazione, perdono, misericordia sostegno per i deboli, hai visto Uno che rialza coloro che sono per terra, che perdona chi è schiacciato dal peccato commesso, hai visto Uno che non si scandalizza di niente e di nessuno e se lo hai visto in Me sappi che Dio fa così! E ancora, cos’hai visto in Me Tommaso? Hai visto un cieco nato riacquistare la vista poiché Io creo come crea il Padre; mi hai visto incontrare la peccatrice, l’adultera, Zaccheo…. Non esistono più recinti, più cancelli, puoi incontrarmi in chiunque e ”scoprirmi” in ciò che ho visto dentro Zaccheo, la peccatrice, l’adultera, etc. e questa è: la Santità di Dio nascosta dentro la realtà degli uomini, è la Gloria di Dio circoscritta nel desiderio dell’uomo. <<Io ho posto dentro di te un Desiderio di vita eterna e questo desiderio è una caparra, è un primo seme destinato a germogliare, accompagnalo tu a questa sua crescita, nonfacendo l’imitazione di Me stesso poiché Io Sono la Via la Verità e la Vita, ma operando come Io ho operato. Chi vede te deve vedere in te la Mia misericordia, il Mio perdono, il Mio sostegno >>. La chiarezza di idee sulla tua vocazione con il desiderio di raggiungerla ti fa entrare nella consapevolezza della tua identità: io, se sono Prete, lo sono perché Dio ha posto dentro di me il desiderio di incontrarlo facendolo incontrare anche agli altri uomini.. <<Non sia turbato il vostro cuore…..Nella casa del Padre mio vi sono molti posti…>> Vi sono molte porte dice Gesù, c’è una via per chiunque voglia comprendere quale è la profondità, l’altezza e la grandezza del mistero Pasquale così da renderlo manifesto. Nella realtà del Padre mio vi sono molti posti, molti luoghi, molte porte, molte possibilità misurate sulla capacità di ognuno, cerca di capire quale è la tua via per andare a Dio, quale è la logica buona per te per conoscere Dio, avere una relazione con Lui, conoscere il Suo progetto su di te: saprai finalmente qual è la tua identità, saprai perché soffri, perché gioisci e dove è diretta la tua vita…. Gli disse Filippo: <<Signore, mostraci il Padre e ci basta>>. Gli rispose Gesù: <<Da tanto tempo sono con voi e tu non mi hai conosciuto, Filippo? Chi ha visto Me ha visto il Padre…. Il Padre che è in Me compie le Sue opere… Io Sono nel Padre e il Padre è in Me..>>

Se non impari a vedere la Divinità, la Santità di Dio nello scorrere della storia, se Io che Sono il Verbo per far conoscere il Padre mi sono fatto carne, perché vuoi sorpassare la carne per arrivare a Dio? Se Io per farti conoscere la Divinità l’ho tradotta in un linguaggio umano, perché vai cercando un linguaggio soprannaturale e non impari a distillare la Mia Presenza, Autore della vita, in tutto ciò che ti circonda e nelle tue relazioni? Persino la creazione, dice S. Paolo,aspetta con speranza che i figli di Dio dicano Cristo è con noi, Dio è con noi una cosa sola [Rm.8,19]. ….Credetemi: Io Sono nel Padre e il Padre è in Me… Poter vedere Dio in trasparenza dentro l’agire del Figlio ti farà incontrare lo Spirito Santo: chi cerca Dio incontra Cristo, e chi desidera relazionarsi con Cristo ha dentro di sé lo Spirito Santo. Non è possibile conoscere Dio senza conoscere Cristo, non è possibile affermare che Cristo è il Cristo se non si ha lo Spirito Santo: ecco l’operare della Trinità dentro la storia degli uomini. ….Io vado al Padre… dice Gesù, e non ti consegno un pezzetto di Spirito o di vita eterna, Io me ne vado…..e ti lascio Me stesso…..perché tu faccia opere anche più grandi delle Mie… Le parole di Gesù, assolutamente veritiere e autorevoli: ..In verità, in verità vi dico: anche chi crede in Me compirà le Mie opere e ne farà di più grandi, perché Io vado al Padre… non ci concedono più di dubitare dell’Amore di Dio e della capacità di realizzare con Lui, attraverso il Suo Spirito, l’edificazione del Regno secondo il dono di grazia che ci è stato dato in ordine alla nostra vocazione così come Dio ha pensato fin dai secoli eterni.

Da questo nessun cristiano può esimersi. Questa è l’eredità, lacaparra che Gesù ci ha lasciato affinché, chiamati a compiere le Sue opere e anche più grandi, riportassimo questo mondo a Dio.

Sia lodato Gesù Cristo, Amen Amen.

Share on Pinterest
There are no images.
Preghiera di Gesù // Musica Sacra
  1. Preghiera di Gesù // Musica Sacra
  2. Agni Parthene // Musica Sacra
  3. Isusova Molitva // Musica Sacra
  4. Te Deum // Musica Sacra