Parola Chiave

Matteo 18

Non ti dico fino a sette volte, ma fino a settanta volte sette.

La parabola racconta com'è Dio e come si comporta con l'uomo attraverso l'uso di tre azioni necessarie anche alla nostra fede e alla nostra vita: avere compassione, lasciare andare, condonare il debito. Questo è nel petto della fede e della rivelazione cristiana che è talmente nuova al punto che il Figlio di Dio, per essa, deve morire. La Pasqua di Gesù è il vero commento di questa parabola. Gli altri dei sono quasi sempre una caricatura di Dio Padre, l'unico vero Dio, ma del Padre si può dire solo a partire da Gesù Cristo in quanto Verbo del Padre; la Parola è il Signore Gesù Cristo. L'omelia può essere ascoltata sul canale youtube della Scuola di preghiera all'indirizzo: https://www.youtube.com/watch?v=JoXzh-Ko5rA
Trascrizione
13
Settembre 2020

Se ti ascolterà avrai guadagnato il tuo fratello.

L'essere riuniti nel nome del Signore è già un'azione del Cielo perché i due o tre sono stati riuniti nel nome del Signore e questa è opera dello Spirito Santo, il legame fra Padre e Figlio, la loro estasi. È opera e presenza dello Spirito; per questo Gesù dice: "Lì sono io in mezzo a loro". L'omelia può essere ascoltata sul canale youtube della Scuola di preghiera all'indirizzo: https://www.youtube.com/watch?v=_s-C5brB5Us
Trascrizione
06
Settembre 2020

Non ti dico fino a sette volte, ma fino a settanta volte sette. (Messa del mattino e della sera)

Avere compassione, lasciare andare, condonare il debito. Questo è nel petto della fede e della rivelazione cristiana che è talmente nuova al punto che il Figlio di Dio, per essa, deve morire. La Pasqua di Gesù è il vero commento di questa parabola. Gli altri dei sono quasi sempre una caricatura di Dio Padre, l'unico vero Dio, ma del Padre si può dire solo a partire da Gesù Cristo in quanto Verbo del Padre; la Parola è il Signore Gesù Cristo.
Trascrizione
17
Settembre 2017

Se ti ascolterà avrai guadagnato il tuo fratello.

Il fratello che sbaglia va riportato, con la correzione fraterna, nella casa della comunione, almeno alla ricerca di essa. I due o tre che si accordano - letteralmente "che fanno sinfonia" - sono appunto in comunione, hanno ricostituito l'unità e Gesù è "in mezzo a loro". Sono anche le ultime parole del vangelo di Matteo e dicono la presenza permanente del Signore in mezzo a noi.
Trascrizione
10
Settembre 2017
Preghiera di Gesù // Musica Sacra
  1. Preghiera di Gesù // Musica Sacra
  2. Te Deum // Musica Sacra
  3. Agni Parthene // Musica Sacra
  4. Isusova Molitva // Musica Sacra
Scuola di Preghiera

GRATIS
VISUALIZZA